Archivio Notizie

Venerdì, 11 Ottobre 2013 06:54

Fotovoltaico: per l'83% degli italiani è l'energia del futuro

Il solare, secondo otto italiani su 10 è l'energia del futuro e il mercato è destinato a crescere anche nei prossimi anni. E' quanto emerge dal decimo rapporto "Gli italiani e il solare" presentato ieri da Ipr Marketing e Fondazione UniVerde, secondo cui, la stragrande maggioranza degli italiani (83%) pensa che il fotovoltaico è la tecnologia energetica del futuro.

L'eolico segue in seconda posizione, in forte crescita rispetto al passato: è passato dal 54% di maggio al 61% di settembre. Il primato dell'energia solare dipende da molti fattori, viene vista come più compatibile con l'ambiente e sicura. Aumentano però gli italiani che trovano il suo utilizzo burocraticamente difficile (dal 66% dell'anno scorso al 72% di quest'anno) e tecnicamente complesso (dal 48% al 52%). Scende anche la percentuale di chi sostiene di aver preso in considerazione l'idea di usufruirne: si passa dal 79% di maggio, al 78% odierno, un anno fa la cifra si attestava all'82%. Nonostante questi dati lievemente in ribasso, si può dire che il solare ha conquistato gli italiani: il 93% si dice favorevole all'istallazione di un pannello fotovoltaico nel proprio condominio e il 55% sostiene che sarebbe d'accordo anche senza gli incentivi statali.

Secondo 9 persone su 10 il Governo dovrebbe incoraggiare l'utilizzo di energie alternative come il solare. Per il 45% degli intervistati sono necessarie misure più forti di quelle adottate ne passato, il 23% pensa che si dovrebbero ripristinare le incentivazioni in vigore, mentre il 22% crede che sarebbero sufficienti anche aiuti di minore entità. Cresce (dal 39% dell'anno scorso, al 58% attuale) la fetta di popolazione convinta che sia arrivato il momento di non affidarsi troppo agli incentivi e di far camminare il mercato con le proprie gambe, promuovendo piuttosto semplificazioni burocratiche e la libertà di auto produrre e vendere energia in rete Secondo i dati raccolti a maggio il combustibile fossile rappresenta ormai il passato. Tale percezione è confermata dall'analisi attuale che ribadisce la volontà degli italiani di vivere in un Paese in cui l'energia provenga esclusivamente da fonti rinnovabili. Questo obiettivo dovrà essere raggiunto entro il 2050 secondo la Energy Road Map europea e la maggioranza degli intervistati, il 56%, trova questa sfida difficile, ma possibile. Per quanto riguarda la carbon tax l'87% crede che sia giusto tassare le attività che producono CO2, ma quasi la metà pensa che sarà difficile realizzare una misura del genere. Su una Robin Tax che invece vada a toccare gli impianti di rinnovabili con grandi rendite si dichiara completamente d'accordo solo il 14%, mentre il 48% sarebbe favorevole solo se il ricavato venisse poi devoluto allo sviluppo di piccoli impianti di energia rinnovabile.

HELIX_NO_MODULE_OFFCANVAS