Archivio Notizie

Venerdì, 16 Giugno 2017 11:21

Impianto 6 kW Jesi con sistema di accumulo: energia solare anche di notte

I sistemi di accumulo permettono di accumulare l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico nelle ore diurne in modo da poterla riutilizzare nei momenti in cui l’impianto fv non produce energia, come ad esempio di notte.

Con tale strumento si riesce ad auto consumare circa  l’ 80% dell’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico, consentendo quindi di ridurre notevolmente il costo della bolletta.
L’impianto in oggetto di potenza pari a 6 kW e con accumulo in batteria al litio da 6,5 kwh, è stato realizzato in un’abitazione sita in campagna, con carichi domestici completamente elettrici (pompa di calore per risc/raffr e produzione acs, piano cottura induzione, ecc..).

Come funziona?



Fase diurna
I pannelli solari producono energia elettrica(1).
L’energia prodotta viene utilizzata in primis per soddisfare direttamente i carichi domestici (2), mentre quella in eccesso viene accumulata nelle batterie (3) per un uso successivo.
Quando nell’abitazione non vi è richiesta di energia elettrica e la batteria è completamente carica, l’energia in eccesso viene ceduta in rete (5) e remunerata dal GSE attraverso la convenzione Scambio sul Posto.
L’energia immagazzinata in batteria può essere aggiunta (4) a quella prodotta dai pannelli solari (1) quando il fabbisogno dei carichi supera la disponibilità dei pannelli fotovoltaici.
Tutte le diverse fasi di produzione, consumo e cessione dell’energia possono essere monitorate da remoto tramite PC o Smartphone, accedendo al portale dedicato (6).

Fase notturna
L’impianto fotovoltaico non produce energia elettrica.
Per soddisfare i carichi, l’accumulatore immette nell’abitazione l’energia elettrica precedentemente accumulata, evitando il prelievo dalla rete.
Qualora la batteria sia scarica, il fabbisogno elettrico sarà comunque garantito, prelevato dalla rete Enel.

HELIX_NO_MODULE_OFFCANVAS